Standards

La bellezza non è nulla senza un prezzo e il suo prezzo merita qualificati apprezzamenti

logo

Una mansarda che designa un punto cosmico. Ogni cosa vi è vetrami e tetti da un punto celato scorti e interdetti. Fiori di rame e granito come steli dividono la zona della cucina dalla vita aspersa. E in mezzo il letto: anfibio e talamo, spartisce lo spazio; non il bene e il male ma il dentro e il fuori di questa grande vasca piscina. Ampio e sognante l’orizzonte di mura a scomparsa. Chi giacerà, che cosa rotolerà, quale missiva come missile errabondo attraverserà lo spazio, contornato e frangibile, varcabile in un solo, unico, sobbalzo? Per una favola nuova, pantofole principesche saranno elocubrate: leghe smembrate e attorniate al confine. Basta con le aree cittadine, basta con le contrade ristrette delle regole educative. Io/Noi viviamo nella metonimia. Il letto casa, anfibia la via è senza contorno, senza ritorno, senza sdegno né contegno ma soltanto il ritegno, dei bordi nella pace, di ancora assopiti, ricoperti, borghi.

Maria Silvia Da Re, New Pompei. Collage, divano Anfibio e poltroncine Giovanetti su dagherrotipo Alinari. con poltroncine

Maria Silvia Da Re, New Pompei. Collage, divano Anfibio e poltrone Bolle Giovannetti su dagherrotipo Alinari.